Categorie

Newsletter

Trasponder (Identificazione dei contenitori) Vedi a schermo intero

Trasponder (Identificazione dei contenitori)

Resistenti alle intemperie e direttamente installabili anche sul metallo

Maggiori dettagli

TRASPOND

Aggiungi al carrello

Le aziende preposte alla raccolta dei rifiuti hanno l’esigenza di tracciare il posizionamento dei differenti cassonetti o campane all'interno delle aree urbane o metropolitane e, al momento della procedura di svuotamento, identificare gli stessi contenitori dei rifiuti, registrare le operazioni effettuate su di essi ed eventualmente memorizzare il quantitativo di rifiuti contenuto in quel particolare cassonetto o nella campana.
Le procedure di identificazione classiche, che fanno uso del codice a barre e lettori ottici, risultano problematiche a causa della scarsa robustezza delle etichette nei confronti delle intemperie, degli atti vandalici, delle continue movimentazioni e dei lavaggi a cui i cassonetti sono sottoposti.
La soluzione più efficiente consiste nell'utilizzo di tag RFId, resistenti alle intemperie e direttamente installabili anche sul metallo.

La tecnologia RFId (Radio Frequency Identification o Identificazione a radiofrequenza) è una tecnologia per la identificazione automatica di oggetti basata sulla capacità di memorizzare e accedere a dati usando etichette RFId (dette anche transponder o tags) e lettori appositi. Più precisamente, il sistema si basa sulla lettura a distanza di informazioni contenute in un tag RFId usando appositi lettori RFId.
Un tag RFID è costituito da un microchip che contiene dati (tra cui un numero univoco universale scritto nel silicio), una antenna miniaturizzata e, a seconda della frequenza utilizzata, un condensatore (LF 125 kHz e HF 13,56 MHz) o un dipolo (UHF 868 MHz). Nel micro-chip è pre-memorizzato dal produttore un codice alfanumerico univoco. Attraversando il campo elettro-magnetico generato dai dispositivi di lettura/scrittura (controller e antenne RFID), i tag vengono sollecitati a trasmettere i dati contenuti nel micro- chip o a ricevere informazioni da detti apparati.
Per l’applicazione della raccolta rifiuti sono sempre più utilizzati i tag con tecnologia UHF, ad alta frequenza rispetto ai sistemi a bassa frequenza (125 KHz).
Relativamente al funzionamento, il sistema UHF è simile agli altri metodi di identificazione: i contenitori vengono forniti di transponder, mentre gli automezzi di raccolta vengono dotati di antenne specifiche che ne effettuano la lettura.

Contattaci

Servizio clienti disponibile dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 15:30 alle 18:00 dal lunedì al venerdì.

Telefono:+39 0781 673535

Contatta il nostro servizio clienti